Smart music

La situazione pandemica ha reso ogni attività più difficoltosa e problematica, ancor più per le persone con disabilità che vivono con più fatica il tempo a disposizione e le proprie personali condizioni psico-fisiche già compromesse. I musicisti con disabilità sono più esposti al rischio di emarginazione ed isolamento, con la perdita dei percorsi intrapresi di crescita umana e artistica. Le modalità digitali hanno offerto una soluzione.

Sono stati organizzati corsi di musica, a rotazione sia in presenza che online, in modo da garantire una prosecuzione delle attività e un sollievo alle famiglie già duramente provate dal maggior carico assistenziale.

Laboratorio cesteria

Superare la disabilità fisica e psichica attraverso la musicoterapia d’insieme

Per questo Unione Induista Italiana, attraverso i fondi dell’otto per mille, ha sostenuto AllegroModerato, un’organizzazione che si occupa di disabilità fisica e psichica attraverso la musicoterapia d’insieme.

Il periodo del lockdown ha impedito la regolare frequentazione dei corsi, così come l’attività concertistica in pubblico, vero traguardo della formazione, dei circa 100 musicisti con disabilità che compongono la cooperativa.

Laddove altri hanno visto un ostacolo, AllegroModerato ha saputo cogliere la sfida, trovando soluzioni alternative.

Né la cooperativa, né le famiglie, né i musicisti “speciali” volevano interrompere i percorsi artistici e riabilitativi conseguiti tramite la pratica e l’educazione musicale, 

così è stato proposto un progetto sperimentale avvalendosi di device, supporto tecnico affiancando corsi a rotazione da remoto e in sede nel rispetto dei distanziamenti e delle tutele sanitarie.

Ciò ha reso ai musicisti il valore del loro impegno e della propria arte, mantenendo la partecipazione identitaria con una restituzione musicale di gruppo.

Per sopperire all’assenza di una produzione musicale di gruppo in presenza è stata realizzata una produzione video attraverso un lavoro di post-produzione che ha assemblato le tracce musicali registrate dai singoli musicisti.

Leggi le altre storie